I diritti dei passeggeri

Dal 17 febbraio 2005 per l'Unione Europea sono in vigore le nuove norme fortificate per i diritti dei passeggeri delle linee aeree. Le norme concernono i voli regolari e charter, nazionali e internazionali, serviti da tutte le linee, ugualmente per le società di trasporti lowcost così come per quelli offerti a costo pieno.

Le linee aeree che offrono il volo sono obbligate al trasporto del passeggero con il bagaglio e ad avvisarlo di tutti i suoi diritti.

Rifiuto al banco dell’accettazione e la cancellazione dei voli

In caso della violazione da parte della società di trasporti delle norme da loro presentate – si può avviare un procedimento di reclamo verso la società di trasporti al Presidente dell'Ufficio di Aviazione Civile polacco (ULC) o/e presentare le proprie richieste per via giudiziaria.

In caso di rifiuto d'accettare il passeggero o l’annullamento del volo la società del trasporto aereo ha un dovere di proporre di aiutare il passeggero oppure dare un risarcimento finanziario. Questi diritti sono in vigore per tutti voli, anche quelli charter, sempre ché il passeggero arrivi al banco dell’accettazione nei tempi previsti descritti sulla prenotazione:

  • sia per gli aeroporti in UE
  • che per gli aeroporti al di fuori dell’UE, ma serviti da una società di trasporti dell’unione europea.

Rifiuto dell'accettazione del passeggero a bordo dell'aeromobile

Se il numero di passeggeri che sono arrivati al controllo eccede rispetto al numero dei posti disponibile nell'aeroplano, la compagnia aerea dovrebbe trovare persone disposte a cedere il loro posto agli altri passeggeri che avevano prenotazione sullo stesso volo, con un rimborso accordato in precedenza. La compagnia è obbligata ad offrire questo rimborso della tariffa del viaggio ai volontari (con un volo gratis, se necessario, all'aeroporto dove hanno cominciato il viaggio) o un volo alternativo per la loro destinazione. Se nessuno dei passeggeri cede volontariamente il posto nell’aeromobile, il corriere è obbligato ad offrirgli un rimborso in soldi con il seguente ammontare:

  • 250 Euro per i voli sui percorsi della lunghezza 1500 km o più corti
  • 400 Euro per i voli sui percorsi superiori a 1500 km su terreno UE e per altri voli tra 1500 e 3500 km
  • 600 Euro per i voli sui percorsi superiori a 3500 km fuori dal territorio UE.

Se il ritardo del volo al luogo di destinazione è rispettivamente minore di 2, 3 o 4 ore, il compenso può diminuire del 50%.

La società di trasporti ha anche i seguenti doveri:

  • la restituzione dell’intera tariffa del viaggio (a secondo delle necessità individuali, un volo gratis all'aeroporto di partenza) o proporre un volo alternativo all’aeroporto di destinazione;
  • assicurare, a secondo delle necessità individuali, vitto e alloggio ad un albergo (incluso di trasporti), così come gli altri servizi (per esempio telefono, telex, facsimile e via dicendo).

La cancellazione dei voli

In caso di cancellazione del volo il passeggero ha diritto a ricevere dalla società di trasporti:

  • un rimborso della tariffa di viaggio già pagata (a secondo delle necessità individuali, un volo gratis all'aeroporto di partenza) o proporre un volo alternativo all’aeroporto di destinazione;
  • vitto e alloggio ad un albergo (incluso di trasporti), così come gli altri servizi (per esempio telefono, telex, facsimile e via dicendo).

La società trasporti è obbligata a rimborsare la tariffa del viaggio entro 7 giorni con un trasferimento bancario o con un assegno bancario, o su beneplacito scritto del passeggero a concedere a un secondo garante di usufruire di un volo, per il giorno seguente.

In caso di rifiuto di uno qualunque dei diritti sopra nominati al passeggero, bisogna senza indugio protestare contro la società dei trasporti per i danni.

Ritardi importanti

In caso di violazione per società di trasporti aerei delle norme concernenti il ritardo del volo, si può avviare un procedimento di reclamo verso la società trasporti al Presidente dell'Ufficio di Aviazione Civile polacco (ULC) o/e presentare le proprie richieste per via giudiziaria.

L'assistenza immediata

Se il passeggero si è presentato in tempo al banco dell’accettazione, anche per i voli charter

  • sia per gli aeroporti in UE
  • che per gli aeroporti al di fuori dell’UE, ma serviti da società di trasporti dell’unione europea

e se la società trasporti prevede ritardi di

  • 2 ore o più per i voli su percorsi di 1500 km o più brevi,
  • 3 ore o più per i voli su percorsi superiori a 1500 km su terreno UE e per altri voli tra i 1500 e 3500 km,
  • 4 ore o più per i voli su percorsi superiori a 3500 km fuori dall’UE,

la società di trasporti aerea è obbligata ad assicurare, vitto e alloggio ad un albergo (incluso di trasporti), così come gli altri servizi (per esempio telefono, telex, facsimile e via dicendo).

Se l'operatore ha giustificato le ragioni dell’attesa per il ritardo di almeno cinque ore rispetto alla partenza programmata, dovrebbe offrire una scelta ai passeggeri fra:

  • rimborso dell'ammontare dell’intero volo che non è stato effettuato;
  • rimborso dell'ammontare per una parte o più parti del volo che è stato effettuato;
  • rimborso dell'ammontare per una parte o più parti del volo che è stato effettuato, se il volo non riguardava in nessun modo la partenza progettata del passeggero;
  • rimborso dell'ammontare dovuto per una parte o più parti del volo che è stato effettuato, se il volo non riguardava in nessun modo la partenza progettata del passeggero, incluso, se adatto, un volo di ritorno al luogo iniziale di partenza, al più presto possibile.

In caso di rifiuto di uno qualunque dei diritti sopra nominati al passeggero, bisogna senza indugio protestare contro la società dei trasporti per i danni.

Richiesta delle pretese in l'ulteriore termine

Nel caso in cui,la società di trasporti di un paese dell’UE è responsabile per il ritardo del volo rispetto a un qualsiasi aeroporto del mondo, il passeggero ha diritto a chiedere un indennità pari a 4150 SDR** per i danni subiti. Se la società di trasporti evita di prendersi la responsabilità del danno subito dal passeggero, il passeggero può richiedere le sue pretese per via giudiziaria.

Il passeggeri possono chiedere danni alla società di trasporti, con cui hanno stipulato un accordo o all'operatore di volo, se non è la medesima società di trasporti.

Il bagaglio

Il passeggero ha diritto di chiedere alla società trasporti i danni al bagaglio fino all'ammontare di 1000 SDR** per la distruzione, il danno, il ritardo o la perdita del bagaglio durante il volo con le linee aeree dei paese dell’UE a qualsiasi altro aeroporto del mondo. Se la società trasporti non si assume la responsabilità per il danno subito dal passeggero, il passeggero può presentare le proprie richieste per via giudiziaria. Ogni pretesa riferita al bagaglio che è stato registrato e danneggiato devono essere fatte entro 7 giorni dalla data del suo ritiro, e in caso di ritardo della consegna entro 21 giorni dalla data del suo ritiro.

I passeggeri possono chiedere i danni alla società di trasporti, con cui hanno stipulato un accordo o all'operatore di volo, se non è la medesima società di trasporti.

Le lesioni o il decesso del passeggero

Il passeggero può chiedere un rimborso per danno o morte come risultato di un incidente durante un volo operato dalla società di trasporti dell’Unione Europea in qualsiasi aeroporto del mondo. I passeggeri hanno diritto all'anticipo per coprire le immediate necessità finanziarie. Se la società trasporti non si assume la responsabilità del danno, il passeggero può presentare le proprie richieste per via giudiziaria.

I passeggeri possono chiedere i danni alla società di trasporti, con cui hanno stipulato un accordo o all'operatore di volo, se non è la medesima società di trasporti.

Le partenze organizzate

In caso della violazione delle norme delle concernenti partenze organizzate, i passeggeri possono presentare le proprie richieste per via giudiziaria.

I passeggeri possono chiedere danni dagli organizzatori di viaggio della partenza per la non realizzazione dei servizi previsti e compresi nel contratto in uno dei paesi dell’UE, indipendemente dalla destinazione finale del viaggio. Questi diritti sono in vigore in modo da assicurare un volo appropriato come descritto nell'accordo concluso tra l'organizzatore del viaggio ed il passeggero. Inoltre, se l'organizzatore non rispetterà qualcosa descritto nell'accordo concluso alla partenza, sarà obbligato ad assicurare servizi alternativi, incluso trasporto e nessun costo sarà aggiunto per i partecipanti al viaggio in relazione ad esso.

Katowice Airport

2009 | Tutti i diritti riservati

progetto: netizens